Un "Ponte della pace” in legno certificato FSC: lo propongono le coop. sociali “La fabbrica di Olinda” di Milano e Palm Work & Project Onlus di Buzzoletto di Viadana (Mn) alla manifestazione “Fiumi di primavera” lunedì 22 marzo a Viadana

Un ponte interamente realizzato con travetti di legno ad incastro in legno certificato FSC, con i colori della pace, in un ideale collegamento tra l’impegno per la pace e la promozione di un comportamento ecosostenibile: con questo originale progetto le coop. sociali “Palm Work & Project” – Onlus di Buzzoletto di Viadana (MN) per l’inserimento lavorativo dei disabili, con il suo Eco-Store “La foresta incantata”, e “La fabbrica di Olinda” di Milano per l’inserimento lavorativo di persone con disagio psichico, saranno presenti alla manifestazione “Fiumi di primavera”, promossa a Viadana (area della Golena in via al Ponte) lunedì 22 marzo dalle 9,30 alle 15.30, in occasione della Giornata mondiale per l’Acqua 2004, dalla Provincia di Mantova, dai Comuni di Mantova, Viadana, Marcaria, Dosolo, Borgoforte, Gazzuolo, dal Ministero dell’Ambiente, dalla regione Lombardia, dagli uffici scolastici provinciale e regionale, dai Parchi del Mincio e Oglio Sud e dal Museo nazionale della scienza e tecnologia “L. Da Vinci” di Milano, in collaborazione con i Progetti Globe, Green, SeT Mantova, Mincio, Oglio, Macroinvertebrati, Licheni in rete, Settimane Verdi, Il destino dei rifiuti, Sviluppo sostenibile – Agenda 21 locale.

Il progetto, nato da un’idea della cooperativa sociale “La fabbrica di Olinda” di Milano, ha subito trovato la collaborazione di Palm Work & Project. Il Ponte della pace –una struttura autoportante realizzata secondo disegni originali di Leonardo da Vinci- sarà costruito nella mattinata di lunedì, alla presenza delle numerose classi che parteciperanno alla manifestazione. Ed un altro modello abbellirà l’esterno della sede di Palm Work & Project, a Buzzoletto di Viadana (Mn). Il legno è fornito da Palm Work & Project ed è certificato FSC. Si tratta di un marchio internazionale, fondato da organismi del calibro di WWF, Greenpeace, World resource Institute, Friends of Earth, Amnesty international, che garantisce la provenienza della materia prima sotto il profilo degli standard ambientali, sociali ed economici. Gli ideatori del progetto proporranno alle Amministrazioni comunali di adottare un ponte nei propri spazi pubblici (“Cento ponti per cento Comuni”), da utilizzare per il gioco dei bambini, l’educazione sportiva o come arredo urbano, a testimonianza del proprio impegno per la pace e per la tutela dell’ambiente.

Prosegue così l’impegno della cooperativa sociale di Buzzoletto di Viadana a favore dell’ambiente ed a contatto con le scuole del territorio, alle quali l’Eco-Store propone laboratori didattici per promuovere la cultura del riciclo e l’educazione ambientale: i giovani scoprono così la storia degli oggetti e la loro ecosostenibilità, sulla base dei valori della conservazione e del riutilizzo in modo creativo. Ma nell’Eco-Store si trovano anche prodotti ecologici ed ecosostenibili per la casa, lo studio, il lavoro ed il tempo libero, a basso impatto ambientale e ad alto contenuto sociale. Sono ricavati da bozzoli di bachi da seta, o creati con materiale da post consumo (Maralhene) derivato dalla raccolta differenziata dei contenitori di latte in tetrapak, o realizzati con legno. Il consumatore ha così la certezza che gli oggetti acquistati sono realizzati nel rispetto dell’ambiente e secondo criteri di produzione etici. Tutti questi oggetti, graziosi ed originali, sono frutto della cultura del riciclo come fondamento di una mentalità rispettosa dell’ambiente.

 

  

 

 

 

 

 

 Stampa
Ricerca
News (13)
Mailing list
Download
Accessi: 85185